Fideiussioni per Cittadini Stranieri

La Fideiussione è un documento di garanzia che lo straniero deve presentare al Consolato o all’Ambasciata italiana nel Paese d’origine al momento della richiesta del visto, per dimostrare di poter provvedere al proprio sostentamento economico durante il soggiorno in Italia e nell’area Schengen. La Fideiussione per stranieri è richiesta dal Governo Italiano, e colui che desidera invitare un ospite extra comunitario deve essere un cittadino italiano o un cittadino straniero con regolare permesso di soggiorno.

La polizza fideiussoria viene fornita da una banca, un’assicurazione o una società finanziaria, e garantisce dunque che ci siano i mezzi per sostenere economicamente i cittadini extra comunitari che entrano in Italia a far parte di uno “sponsor” (la persona che li ospita in Italia).

Il tempo massimo di permanenza in Italia non può essere superiore a 90 giorni. La validità massima della fideiussione, invece, varia a seconda della tipologia di visto:

  • Per Visto di Turismo: Massimo 90 giorni
  • Per Visto di Studio e/o Lavoro: Massimo 12 mesi

Un cittadino straniero che si trova in Italia può stipulare la Fideiussione rivolgendosi a una Banca e pagando in contanti il deposito equivalente all’intero importo da garantire per un periodo pari al doppio della durata della garanzia. Come alternativa ci si può rivolgere a un’assicurazione, una società finanziaria o un Patronato di Servizio.

Documenti da presentare allo Sportello Immigrazione che si occupa del Rilascio della Fideiussione e della Polizza Assicurativa Sanitaria per i cittadini stranieri in ingresso in Italia:

Documenti necessari della persona che ospita lo straniero:

  • Lettera d’Invito compilata in tutte le sue parti
  • Carta identità o patente di guida
  • Codice Fiscale
  • Ultime due Buste Paga oppure l’ultimo Modello UNICO

Documenti necessari dello straniero che viene in Italia:

  • Copia del Passaporto del beneficiario
Fideiussioni per Ingresso in Italia per Motivi di Studio

Chi vuole venire in Italia per effettuare dei corsi di studio professionali, l’Università, dei master professionali o altri corsi o studi è obbligato alla dimostrazione dei fondi e le risorse necessarie a poter garantire la sua permanenza.

Se il corso di studio è superiore 3 mesi il partecipante deve dimostrare l’importo regolare dell’assegno sociale equiparato alla durata del corso, se invece è inferiore basta che presenti i mezzi di sostentamento necessari per la sua permanenza vedi lo schema presentato nella direttiva del 01 marzo 2000 emanata dal ministero dell’Interno.

Chi invece frequenterà le Università del nostro territorio ha l’obbligo di dimostrare in base al Decreto Interministeriale del 20/11/2001 G.U. 283 del 5 Dicembre 2001 un importo di 350,57 € per ogni mese del periodo accademico. Rimane ovvio che la dimostrazione di tali requisiti possono essere attestati da Polizze Fideiussorie, Fideiussioni Assicurative, Fideiussioni Finanziarie, Fideiussioni Bancarie erogate da istituti ed enti regolarmente autorizzati all’emissione di tali prodotti.

Fideiussioni per Ingresso per Lavoro Autonomo

Per quanto riguarda i cittadini extra UE che svolgeranno un lavoro autonomo dopo verifica dei criteri necessari devono richiedere il nulla osta del lavoro autonomo alla questura di appartenenza successivamente alla dimostrazione del decreto flussi dove sono specificate le quote di tali ingressi. I requisiti di legge sono che il cittadino extra UE abbia una fonte di reddito lecita superiore a 8.400 € cosi da avere l’esenzione alla spesa sanitaria.

Assicuriamo ampia conoscenza del settore e dei vari ordinamenti
  • Emissione garanzia con firma digitale o autentica notarile
  • Massima professionalità ed esperienza
  • Fideiussioni Assicurative autorizzate per il ramo 15 cauzioni (Ivass)
  • Fideiussioni Finanziarie ex art. 106 TUB
  • Fideiussioni rilasciate da Società di Mutuo Soccorso regolarmente autorizzate e iscritte all’Albo tenuto dal MISE.